La mia foto

cosa ho scritto...

  • "Diario di Melassa": Edizioni Historica, 2009
  • "Le parole del buio": Edizioni Creativa, 2008
  • AAVV: RAC-CORTI - Il chiama angeli
    Il mio racconto "Il chiama angeli" nell'antologia RAC-CORTI di Giulio Perrone Editore 2008
  • AAVV: EROS & AMORE - La penombra di un ufficio e un ascensore che sibila
    Il mio racconto "La penombra di un ufficio e un ascensore che sibila" nella sezione EROS di "Eros & Amore" di ArpaNet, 2008
  • "I racconti delle bacche rosse": Lampi di Stampa Editore, I Platani Narrativa, 2008
    Il secondo libro di fiabe
  • AAVV: CONCEPTS PROFUMO - La piccola casa di legno, e quel profumo. Fragranza e mistero di notti romane
    Il mio racconto "La piccola casa di legno, e quel profumo. Fragranza e mistero di notti romane" nella raccolta "CONCEPTS Profumo", Edizioni Arpanet 2007.
  • "Una storia ai delfini": Edizioni Creativa, 2007
    il mio primo romanzo
  • AAVV: CONCEPTS MODA - La donna vestita di fiori
    Il mio racconto "La donna vestita di fiori" nella raccolta "CONCEPTS MODA", Edizioni ARPANet 2007
  • "Esser grandi è una fiaba": Lampi di Stampa Editore, 2006
    il mio primo libro di fiabe

è bello sentirvi!

aprile 2010

lun mar mer gio ven sab dom
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30    

« la riva dell'Adda | Principale | il fumo e il bosco »

Commenti

E BASTA SEMPRE
quel poco per morire un poco ogni volta di più! Perchè si sa che si sta fingendo che va bene così,che si è felici così,e che così deve essere! Tutti abbiamo bisogno di negare quello che per noi è troppo penoso o allarmante accettare; mentre il diniego è un modo naturale di proteggersi;una risposta automatica e spontanea della felicità dell'altro,dimenticando il diritto alla propria felicità è sempre qualcosa di insano e motivo di frustrazione! Se la felicità che dovrebbe essere scambio ,diventa una palestra che convalida l'essere persona attraverso le risposte sessuali del partner più che alle proprie, interpretando il tempo che lui ruba alla sua altra vita per stare con lei come momento di vittoria e felicità,può anche testimoniare di avere potere sull'altro, ma ben poco darà a quel rapporto... Come il noto blues MY MA "Oh il mio uomo,quanto l'amo.Lui non lo sa.Tutta la mia vita è disperazione ma non importa.Quando mi prende fra le braccia e il mondo è tutto luce..." ma,dopo? Appagamento? Uh...Gioia? Non credo.Credo invece che mancherà sempre un senso importante di completezza che solo una autentica intimità fatta di condivisioni e di esplorazioni sempre più profonde nei "misteri della gioia" per dirla alla D.H.Lawrence .Cosa non possibile senza fiducia reciproca,sincerità,base indispensabile pe trovare anche il coraggio di affidarsi all'altro per quell'esplorazione di misteri che sono in ogni uomo e donna.Non credo allora che,scindendo o distaccando il cuore da una relazione anche intensa a livello di attrazione fisica possa portare alla felicità,ma solo a spalancare la porta all'angoscia! E quel "basta poco,a volte" la dice lunga... FULVIA

Il tuo commento è musica. Basta poco, forse, per rendersi conto che tutto ciò che esiste veramente ce l'abbiamo dentro.

E LA MIA
anima cheè impastata di musica,oggi volerà a te con una canzone inedita:"Sii felice di esistere!..." FULVIA

lo sono
e scrivo

A volte, di poco si vive e di niente si muore.
Se si è dipendenti. Imprenditori invece si può anche fallire, ma con the boots on. E spesso ci si batte, per vincere.

Bella Storia MG. Un pò inquitante però.
Come non condividere il commento di Fulvia. Ma come non prendere atto che in "basta poco" lei non soffre più...sembra essere felice_ Forse non si può generalizzare, ma alcune sintesi si possono azzardare:
Perseguire il massimo della condivisione totale, se possibile. Aprezzare il "basta poco" se questo è il massimo in quel momento.
35 anni si è ancora giovani per le storie d'amore, può darsi, sarà che in tutto il pomeriggio ho visto caterve di vedove e vedovi.

Le aspettative e le illusioni sono il veleno. Tutto qui.

NON ASPETTATIVE
sull'illusione Mariagiovanna,ma su ciò che puoi ricevere perchè sei e sai dare,SI,questo te lo dirà il cuore quando sentirà che può finalmente espandersi in un'altro cuore e da lui avere!...
Nella cultura islamica ci sono 7 parole chiave per essere felici: IO-TU-PRENDERE-DARE-AMORE-DIO-TERRA.Forse vale la pena di soffermarsi un pochino...Ciao,FULVIA

Non è lasciare a casa il cuore, è solo fare finta che non sia con te per non eseguire un'amputazione dolorosa in nome del principio e della coerenza. Lo specchio alla fine comunque ti chiederà la resa dei conti.

So che non c'entra niente col post ma volevo complimentarmi con te. Ci sei riuscita a pubblicare il libro! Grande!

L'ho letto anch'io. E' stato come un continuare a conoscerti meglio ed a gioire. Grazie.

Questa notte un gatto nero cammina silenzioso nei corridoi e nelle stanze. E' una casa sconosciuta ma ridente, dalle pareti antiche piene di amore.
Desiderio, istinto e ispirazione. Gioia del corpo e dell'anima. Scrivo.

Ergo sum.

Mi immagino che la "..casa sconosciuta ma ridente.." le permetta di scrivere ma non di farsi leggere.
A parte il fatto che a volte anche un vuoto può riempire uno spazio, e comunque suscitare riflessioni. Ma "rileggerla" sarà ancora più interessante.
Freddino in "Padania" ?
Saluti e buona nottata.
Frediano.

freddino si', una bella tramontana ha movimentato gli spiriti

Io l'ho capito che non mi ama....
E prenderò le distanze...
Perchè una cosa è "fare l'amore" e in questa mi riconosco...
un'altra è "andare a letto insieme"

differenza evidente ma non sempre ben chiara

Ci riesci sempre MG ... riesci sempre a mettere insieme quelle parole che mi leggono dentro. Bel post!

I commenti per questa nota sono chiusi.