La mia foto

cosa ho scritto...

  • "Diario di Melassa": Edizioni Historica, 2009
  • "Le parole del buio": Edizioni Creativa, 2008
  • AAVV: RAC-CORTI - Il chiama angeli
    Il mio racconto "Il chiama angeli" nell'antologia RAC-CORTI di Giulio Perrone Editore 2008
  • AAVV: EROS & AMORE - La penombra di un ufficio e un ascensore che sibila
    Il mio racconto "La penombra di un ufficio e un ascensore che sibila" nella sezione EROS di "Eros & Amore" di ArpaNet, 2008
  • "I racconti delle bacche rosse": Lampi di Stampa Editore, I Platani Narrativa, 2008
    Il secondo libro di fiabe
  • AAVV: CONCEPTS PROFUMO - La piccola casa di legno, e quel profumo. Fragranza e mistero di notti romane
    Il mio racconto "La piccola casa di legno, e quel profumo. Fragranza e mistero di notti romane" nella raccolta "CONCEPTS Profumo", Edizioni Arpanet 2007.
  • "Una storia ai delfini": Edizioni Creativa, 2007
    il mio primo romanzo
  • AAVV: CONCEPTS MODA - La donna vestita di fiori
    Il mio racconto "La donna vestita di fiori" nella raccolta "CONCEPTS MODA", Edizioni ARPANet 2007
  • "Esser grandi è una fiaba": Lampi di Stampa Editore, 2006
    il mio primo libro di fiabe

è bello sentirvi!

aprile 2010

lun mar mer gio ven sab dom
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30    

« non ti so resistere | Principale | Il canto immedicabile di una giovane orfana »

Commenti

Leggo adesso, dopo un giorno di vacanza dal computer. Mi fai riflettere sul mio passato, su pezzi di vita trascorsi e vissuti con una zanzariera sugli occhi e il mondo frammentato dai buchini del tulle. Amore e non-amore, paura, e io dentro i miei inconsulti capofitti che non permettevano di ammettere la confusione nel giudizio e mi precipitavano sempre in valutazioni sbagliate. Certe cose si pagano ma è vero, non possono essere discusse, non accettano consigli in tempo reale e le conseguenze non possono essere lamentate, le abbiamo volute e permesse noi. Si torna al tuo inossidabile discorso sul dolore evitabile e su quello inevitabile, una delle sintesi più rotonde che abbia mai letto. Ciao Giò, ti so felice della neve, buona scrittura

Il discorso in fondo è simile all'accettazione o rifiuto di una terapia salvavita. Siamo titolari della nostra esistenza, ma dobbiamo essere consapevoli sul serio. Accettiamo il non-saluto pubblico o una stanza laterale? Rifiutiamo una terapia? Abbiamo la libertà di farlo, ma siamo davvero consapevoli delle conseguenze dentro e fuori di noi?

Mi fa sorridere che tu non capisca il motivo della fuga del tuo possibile amico. Scrittrice colta, profonda, intelligente, ironica e sensuale. Perche' scappa secondo te?

SCUSA PERCHE' NON RIESCO A POSTARE IL MIO COMMENTO?...Bianca 2007

Oggi la funzionalità del blog è pessima, ci combatto da questa mattina. Ho dovuto riprovare più volte anche per mettere i post, arrabbiandomi ferocemente.
Mi dispiace Bianca, posso solo dirti di riprovare oppure se non hai tempo prova a mandarmelo via email e lo metto al posto tuo con qualche tentativo.

MAH!
A VOLTE SI HA L'ORRIBILE SENSAZIONE D'ESSERE GUARDATI DA UN'OCCHIO "INVISIBILE" CHE DA IL BENESTARE O CENSURA.Internet è un grande mezzo dìopportunità ma anche significante per LIBERTA' E INTIMITA', RABBIA PER NON ESSERE LIBERI D'ESSERE SE STESSI PUR (VOLENDOLO E AMANDOLO ESSERE).Bianca 2007

L'occhio invisibile probabilmente esiste a priori, ma vivere senza badargli significa impedirgli di avere un peso.
Mi dai l'opportunità di spiegare perché da qualche tempo i commenti siano moderati. E' accaduto, quando i commenti erano "liberi" (di fatto lo sono anche adesso perché solo il mio occhio autorizza ciò che viene lasciato qui, e non esiste censura), che qualche buontempone abbia postato pubblicità di siti e farmaci, una volta addirittura di un gruppo razzista, senza essere bloccato dal controllo antispam. In più, altro buontempone ha ritenuto suo dovere morale lasciare un commento dettagliato e ingiurioso non su di me (se così fosse stato l'avrei lasciato e argomentato), ma su altre persone. Con nome e cognome. Ecco, questo non è accettabile. Poiché di norma riesco a vedere i commenti con calma una o due volte al giorno, non intendo permettere che si lascino commenti su terzi, e magari io non mi accorga e lasci visibili questi commenti a lungo.

I commenti per questa nota sono chiusi.