La mia foto

cosa ho scritto...

  • "Diario di Melassa": Edizioni Historica, 2009
  • "Le parole del buio": Edizioni Creativa, 2008
  • AAVV: RAC-CORTI - Il chiama angeli
    Il mio racconto "Il chiama angeli" nell'antologia RAC-CORTI di Giulio Perrone Editore 2008
  • AAVV: EROS & AMORE - La penombra di un ufficio e un ascensore che sibila
    Il mio racconto "La penombra di un ufficio e un ascensore che sibila" nella sezione EROS di "Eros & Amore" di ArpaNet, 2008
  • "I racconti delle bacche rosse": Lampi di Stampa Editore, I Platani Narrativa, 2008
    Il secondo libro di fiabe
  • AAVV: CONCEPTS PROFUMO - La piccola casa di legno, e quel profumo. Fragranza e mistero di notti romane
    Il mio racconto "La piccola casa di legno, e quel profumo. Fragranza e mistero di notti romane" nella raccolta "CONCEPTS Profumo", Edizioni Arpanet 2007.
  • "Una storia ai delfini": Edizioni Creativa, 2007
    il mio primo romanzo
  • AAVV: CONCEPTS MODA - La donna vestita di fiori
    Il mio racconto "La donna vestita di fiori" nella raccolta "CONCEPTS MODA", Edizioni ARPANet 2007
  • "Esser grandi è una fiaba": Lampi di Stampa Editore, 2006
    il mio primo libro di fiabe

è bello sentirvi!

aprile 2010

lun mar mer gio ven sab dom
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30    

« 21 febbraio 2010 | Principale | un racconto erotico nell'antologia di Giulio Perrone Editore (LAB) »

Commenti

Ma per favore! Il ragionamento dell'uomo di questo racconto è povertà e inadeguatezza, altro che gusti diversi ed estetica! Scusa, non so quanto si possa andare profondi in questo blog nei commenti, avrei voglia di raccontarti cosa mi eccita quando vedo una donna e la porto a letto con me ma probabilmente nn si può fare, ma niente potrà mai convincermi che il corpo morbido di una donna magra ma non troppo, o anche di una donna robusta, possa allontanare. La sensualità è tanto diversa e complessa, è tanto altro! La sensualità è testa e corpo, fantasia e tono di voce, idea e azione.

anche io mi sento così. troppo giovane per rassegnarmi ma anche troppo vecchia per cercare di dare una svolta alla mia vita sentimentale...per motivi diversi, forse più sottili e complessi, da quelli di lucia, ma tant'è

Rispondo alle persone che hanno protestato via sms e email, ringraziando di cuore Alessandra e Luca per la presenza qui. Mi concentro per ora su chi non si è mostrato con i commenti nel blog perché credo che alcune critiche o riflessioni meritino di essere dibattute pubblicamente.
Qui chiunque può commentare anche in modo anonimo: non filtro, la moderazione serve solo per evitare i commenti offensivi con nome e cognome nei confronti di gente che ha tutto il diritto di vedersi tutelata, il resto viene pubblicato esattamente come lo scrivete. Se non vi va di comparire mettete uno pseudonimo, va bene lo stesso.
Vi dite scandalizzati da una visione retrograda e non reale dell'attrazione e degli uomini. Sono felice che sia così, il vostro senso di scandalosa repulsione per la sola idea che un uomo possa desiderare o meno una donna basandosi sullo spazio che occupa mi rincuora. Siamo evoluti e saggi, a quanto pare. Ma stiamo piantati in terra, per favore. Ho gli occhi e ho un senso estetico che uso spesso. Non ho mai nascosto di apprezzare bellezza maschile e femminile. Per me la bellezza è un insieme di moltissimi attributi non sempre estetici, ma ho la capacità e il privilegio, se mi va, di usare la vista su corpi decisamente ben fatti. Accettiamo, per favore, che la passione scatti anche grazie o per colpa dell'estetica. Il primo momento, la scintilla può passare attraverso il piacere che ci dà la vista dell'altro/altra. Poi, è chiaro che la sensualità debba essere altro: ho avuto compagni di gioco sessuale piacevolissimi e grassi, magri, alti o bassi, per niente belli secondo l'idea comune di estetica. Ho avuto compagni di gioco sensualissimi e intriganti per la voce, la mente, la fantasia tortuosa e imprevedibile, la cultura, la simpatia, la leggerezza o pesantezza. Ho desiderato persone scorbutiche e malmostose, antipatiche ai più, oppure fedifraghe e simpaticissime che sprizzavano fascino dalle pupille assassine.
Io sono così.
Ma esiste chi non riesce ad appassionarsi se il corpo è grasso oppure troppo magro, esiste! Perché nasconderci dietro razionalizzazioni? La mia corporatura, per prendermi a parametro, non è più grassa: sono davvero contenta di come sono, chi ha letto "Diairo di melassa" può capire. Ma può darsi che ad alcuni il mio corpo non piaccia! Una donna che amo settimana scorsa ha detto che sono diventata "troppo magra"! Troppo magra, capite? Succede, l'estetica conta, così come lo spazio che si occupa. Invece di criticare le modelle che per lavoro DEVONO essere così discutiamo nel concreto dell'oggi, del qui e ora. Vi dà fastidio il racconto? Bene, ditelo qui! Ma qualcuno, per pietà, abbia l'onestà di ammettere che grassezza, magrezza sono relative e che influenzano la sessualità di alcuni.

Oh, cielo! Giovanna, ti immergi cruda e spietata negli angoli bui del desiderio maschile. Infrangi i tabù della cultura e dici chiaramente cose che sappiamo ma vogliamo accuratamente nascondere. Nessuno verrebbe mai ad ammettere qui che sì, il desiderio è come dici tu: la donna formosa oppure troppo magra fa parte del genere che piace oppure no. E perfino la donna "normale", pensa un po' (ma ne esistono?). Qui sei andata oltre, ti sei giocosamente e crudelmente esposta così, penso, da lasciare intendere un tuo coinvolgimento: altro che "Diario di melassa", hai il coraggio che pochi altri hanno. Giù la maschera, ragazzi, giù il cappello per il racconto e il lungo commento di Giovanna (uomini e donne nelle tue passioni, sfacciata come solo una grande signora sa essere).
Sai cosa mi fa ridere? La consapevolezza che le donne più formose abbiano oggettivamente maggiore carica erotica, provare per credere. Me l'hanno raccontato ovviamente, non credere che...
Detto questo, eccellente prova di scrittore.

Scriptor, te l'hanno raccontato. Eh, già.

Ma questo e' banale! Lo dice Giuliano (interessante scelta del nome, chi leggera' il tuo magistrato potrà capire) e dico io. Sara' che il sesso per me e' apoteosi di bestiale raffinatezza e fantasia ma uno così lo manderei in un motel con una sciacquetta. Fine.

SCUSA MG,
ma perchè "fingere" un desiderio quando non c'è? Gliela ordinato il medico? E' un gigolo? Deve salvare la donna dalla morte? E' un perverso'Prova a fare il missionario? Esperimenta per conto di qualche mobiliere? Insomma proprio non capisco quel "fingere" se non per reconditi occulti motivi e tutti abbastanza inquietanti o comunque poco nobili.Bianca 2007

Sento dire spesso che formoso è bello ma poi all'atto pratico non mi risulta. Ho quei chili di troppo che con un seno ridicolo e spiovente creano in me, e lo percepisco anche in coloro che tentano di nasconderlo, un senso di inadeguatezza.
Che il mio lato b pienotto e rotondo sia eccitante, non mi sembra.
Insomma, per quanto se ne dica piace la donna magra con i seni grandi.
Inutile che ci nascondiamo dietro un dito e continuiamo a parlare di fascino in grado di smuovere gli uomini a suon di curve.
L'uomo comunque non sa mentire.

Come ti muovi? Cosa fai quando sei a letto con un uomo? Gli fai percepire la tua insicurezza oppure ti comporti come se il tuo corpo fosse la fonte del suo piacere assoluto? La differenza sta li, credimi. Ci sono donne il cui corpo diventa sorgente inesauribile di misterioso piacere, e hanno tette cadenti e culo pieno con la cellulite. Sai che ti dico? Le migliori e piu' indimenticabili scopate sono state con donne che ricordo per la sensualita', per lo spirito, per la erre blesa, per la genialita' a letto, per la risata e non certo per la forma del corpo.

Perbacco, nonostante la mia totale adesione alle parole di Scriptor ricondurrei il discorso entro binari meno espliciti.
Bianca, desiderio falso oppure esagerato strumentalmente per il "who's Who", oppure MG volutamente esagera e dipinge il non vero.

GF,
visto che sono completamente d'accordo con scriptor l'"esagerazione" di MG poco m'interessa se non come forma di provocazione per fare uscire la verità.La "tua"?...Bianca 2007

uuuuuhhhhh ma guarda cosa trovo questa mattina
MariaGiovanna o Giovanna, guarda cosa hai scatenato

provo a dare un contributo alla discussione. il senso estetico conta soprattutto quando si è giovani, ovvero quando la superficialità dei potenziali partner è ai massimi livelli. hai un bel dire scriptor che tutto dipende da "Come ti muovi? Cosa fai quando sei a letto con un uomo? Gli fai percepire la tua insicurezza oppure ti comporti come se il tuo corpo fosse la fonte del suo piacere assoluto?" è un gatto che si morde la coda: come faccio a essere sicura di me se il mio partner guarda solo all'estetica o meglio a miei inestetismi? ti assicuro scriptor che molti uomini fanno così.
le cose cambiano un po' con il passare del tempo: gran parte delle donne trovano un partner che le accetta per come sono e con questo vivono. ma mi sembra di capire dagli interventi precedenti che a una donna non bella, o comunque che non risponde a determinati canoni, sia chiesto sempre di più, che si presenti a letto con i petardi. è per questo motivo che quando si vede una donna decisamente brutta che si accompagna a un uomo (bello o brutto, non importa) la convinzione della maggioranza delle persone è che a letto sia una bomba e che osi ciò che altre donne non osano fare....mi fermo non voglio andare oltre, forse sono già andata fuori tema. scusatemi per la lunghezza del mio post.

ALESSANDRA,
affinchè una "realazione" sia esaustiva e lasci una traccia di sè accrescendo la gioia dell'esperienza del viaggio dev'essere anima-corpo,"mente" che guida libera e controlla il piacere per arricchirlo poi responsabile di non valicare un'oltre seuno dei due no vuole o non è pronto a farlo .Scusa l'intromissione e la fretta ma mi sentivo di farlo.Bianca 2007

I commenti per questa nota sono chiusi.