La mia foto

cosa ho scritto...

  • "Diario di Melassa": Edizioni Historica, 2009
  • "Le parole del buio": Edizioni Creativa, 2008
  • AAVV: RAC-CORTI - Il chiama angeli
    Il mio racconto "Il chiama angeli" nell'antologia RAC-CORTI di Giulio Perrone Editore 2008
  • AAVV: EROS & AMORE - La penombra di un ufficio e un ascensore che sibila
    Il mio racconto "La penombra di un ufficio e un ascensore che sibila" nella sezione EROS di "Eros & Amore" di ArpaNet, 2008
  • "I racconti delle bacche rosse": Lampi di Stampa Editore, I Platani Narrativa, 2008
    Il secondo libro di fiabe
  • AAVV: CONCEPTS PROFUMO - La piccola casa di legno, e quel profumo. Fragranza e mistero di notti romane
    Il mio racconto "La piccola casa di legno, e quel profumo. Fragranza e mistero di notti romane" nella raccolta "CONCEPTS Profumo", Edizioni Arpanet 2007.
  • "Una storia ai delfini": Edizioni Creativa, 2007
    il mio primo romanzo
  • AAVV: CONCEPTS MODA - La donna vestita di fiori
    Il mio racconto "La donna vestita di fiori" nella raccolta "CONCEPTS MODA", Edizioni ARPANet 2007
  • "Esser grandi è una fiaba": Lampi di Stampa Editore, 2006
    il mio primo libro di fiabe

è bello sentirvi!

aprile 2010

lun mar mer gio ven sab dom
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30    

« radio Capodistria | Principale | la luce dell'est si è spenta »

Commenti

Bello, mi e' piaciuto!

Notevole!

MI ASSOCIO A SCRIPTOR.
Notevole.Bianca 2007

Brava. Mi sembra un racconto di esordio, ma non fraintendere: non è l'esordio di un esordiente, ma di un esperto scrittore di talento che ha lasciato indietro una parte della vecchia pelle e si misura con altro. Pochi scrittori riescono a farlo con la tua classe e la medesima evidenza, probabilmente perché pochi scrittori hanno l'onestà di ammettere che, ogni tanto, scrittura e panorami vanno rinnovati.
Il racconto è interessante e mostra quanto il confine tra follia e amore non esista. Ogni sentimento può essere amore o follia, dipende da come lo guardi e da quanto possieda la testa. Simpatizzare oppure no con il protagonista? Butti lì l'omicidio con nonchalance e ci dici che l'uomo è pazzo, eppure questo amore sembra tanto assoluto e puro. La fissazione per i capelli è descritta in modo magistrale.

Non so stabilire come stia riuscendo a farlo, ma concordo con te, Stefano: scrittura e panorami di tanto in tanto vanno rinnovati.

Follia, amore, ossessione, matassa di capelli da inghiottire per morire soffocati nutrendosi dell'amata; la tua travolgente passionalità e l'esperienza virtuosa nella scrittura. Ma che brava!

Simpaticissima anche la scelta delle canzoni, come hai scovato Carlo Buti? Sei troppo giovane per avere conosciuto questa canzone (cioé io sono troppo vecchio per commentare qui). Molto bello: concordo con Stefano sull'evoluzione che si percepiva da tempo. L'amore assomiglia alla follia e ogni tanto nella follia sfocia, oppure è la follia che finge l'amore.

I commenti per questa nota sono chiusi.