La mia foto

cosa ho scritto...

  • "Diario di Melassa": Edizioni Historica, 2009
  • "Le parole del buio": Edizioni Creativa, 2008
  • AAVV: RAC-CORTI - Il chiama angeli
    Il mio racconto "Il chiama angeli" nell'antologia RAC-CORTI di Giulio Perrone Editore 2008
  • AAVV: EROS & AMORE - La penombra di un ufficio e un ascensore che sibila
    Il mio racconto "La penombra di un ufficio e un ascensore che sibila" nella sezione EROS di "Eros & Amore" di ArpaNet, 2008
  • "I racconti delle bacche rosse": Lampi di Stampa Editore, I Platani Narrativa, 2008
    Il secondo libro di fiabe
  • AAVV: CONCEPTS PROFUMO - La piccola casa di legno, e quel profumo. Fragranza e mistero di notti romane
    Il mio racconto "La piccola casa di legno, e quel profumo. Fragranza e mistero di notti romane" nella raccolta "CONCEPTS Profumo", Edizioni Arpanet 2007.
  • "Una storia ai delfini": Edizioni Creativa, 2007
    il mio primo romanzo
  • AAVV: CONCEPTS MODA - La donna vestita di fiori
    Il mio racconto "La donna vestita di fiori" nella raccolta "CONCEPTS MODA", Edizioni ARPANet 2007
  • "Esser grandi è una fiaba": Lampi di Stampa Editore, 2006
    il mio primo libro di fiabe

è bello sentirvi!

aprile 2010

lun mar mer gio ven sab dom
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30    

« parole buttate lì a caso | Principale | grazie a M.T. Scarsellini e a Paola Tiscornia, di Intimità »

Commenti

Difficile che la lettura sia evocativa per me. Sono un pragmatico, amo i fatti. Ma una Donna che scrive cosi'... nel minimo, va approfondita. Non basta di sicuro una presentazione in un salotto.

Parbleau Gherardo, che sorpresa! Bello trovarti qui. Grazie per la lettura e per il commento! Sicuro che una scrittrice vada approfondita? A volte meglio che resti una voce, una scrittura che intriga o seduce, oppure diverte.

Approfondire MG e' tentazione che molti condividono e a nessuno riesce fino in fondo. Intrigante e imprevedibile, non puoi fidarti del volto che stai guardando se lo guardi da troppo tempo. Chapeau per il romanzo online, MG, e piano con gli approfondimenti

ciao ego! Ottimo umore, vedo

Caro Gherardo, mettiti in fila... Alle presentazioni di MG scorrono fiumi di fascino...
Del resto, come biasimarvi, uomini?

Ed ecco Lorenza Caravelli che crea romanzi bellissimi e commenti enfaticamente esageratissimi

AH!
Quali insondabili profondità! Mai approfondire,però.Solo lasciarsi avvolgere e...immaginare.A volte lo sguardo val più di mille parole incrociate.Ma già assonnata mando un bacio e chiudo.Bianca 207

ego apprezzerà il tuo commento, Bianca. Ne ho certezza. Un bacio

No time for long comment. Anyway, concordo con Bianca. Le peggiori guerre per il mansueto, sottile e totalmente imprevedibile sguardo di una donna come MG. La scrittura poi tinge di rosso la fantasia

Una nota sullo stile. Perfetto. Ottimi i dialoghi, eccellente la descrizione del sesso in una commistione di tragico dramma e targicommedia dello squallore.; eppure c'è pathos, ci si eccita senza il bisogno di leggere termini volgari. Ottima prova.

Molto sensuale la scrittura di MG, penso che la sensualita' sia prerogativa di pochi. Cio' che apprezzo, MG lo sa, e' che sappia rendere vivida l'atmosfera senza sconti ma anche senza retorica

Eccomi qui: commento pochissimo ma leggo sempre. Sono aspirante scrittrice e collega, in qualche modo, di MG. Mi piace la scrittura di MG perché coinvolge e punge, è scarsa di parole ma rende vivacemente l'idea della scena. E' cinematografica (l'hanno detto in tanti a molte presentazioni: lo raccontava MG e ci credo perché lo penso anch'io). Personalmente aspetto un romanzo più corposo dei due che ho letto (e mi sono piaciuti) e aspetto anche di vedere esplodere la personalità di MG che ha molte ombre e luci messe insieme. Ho la fortuna di leggerla su FB e vederla in azione nel suo quotidiano: è una donna complessa e molto amata dalle sue pazienti, solare e tormentata insieme. Spesso l'ho considerata geniale. E' insofferente agli obblighi e ai vincoli anche se puntualissima e meticolosa, un groviglio di controsensi come pochi ne ho visti. La sintesi perfetta di ciò che dovrebbe essere uno scrittore.

NELLA "GENETICA"
vive da qualche parte anche una cellula di genialità impastata sempre da oscure misteriose alchimie sgorgate sempre dalla sorgente del cuore.Là dove tutto arriva e si forma.Ogni realtà giace sempre sotto un velo.Compito della scrittura è portarle alla luce "scalzando" l'ombra .Lontana da ogni induzione logica,aspira a un'unità che possa dare significato a tutte le moltiplicità.Che il tempo e spazio di "quelle" cose resti aperto il più lungamente possibile fino alle radici del tuo potere orginario. Con affetto,Bianca 2007

molto molto molto bello, pochi scrivono come te

Scusa è stato un commento affrettato, di cuore e non di razionalità, e questo romanzo a puntate non lo merita; intanto grazie perché stai mettendo a disposizione di tutti, gratis, un romanzo come questo che ha lo stile, la trama e la dignità per uscire in edizione cartacea con una buona casa editrice. Ti auguro che la cosa venga notata e apprezzata da tutti i punti di vista. Grazie a nome di tutti i lettori.
La storia è cruda, brutale, forte. E' traumatica, se capisci cosa intendo: non può lasciarti come prima, non è il solito drammone che in fondo si è già visto molte e molte volte, questo tocca corde indicibili. Hai coraggio di guardare la vita in faccia e raccontarla.
Lo stile è invidiabile. Per chi come me ama scrivere tu sei una meta da raggiungere.

Grazie a tutti voi per la lettura e i commenti!

la scrittrice ama far trasparire, di più i sentimenti contrastanti, cioè, ognuno di noi può sfruttare l'animo umano, in questo caso, da una parte c'è la madre/moglie che sfoga la propria rabbia, di donna abbndonata dalla vita serena, e di madre che non sa come affrotere il proprio dolore. Dall'altra parte c'è l'uomo Amante/marito/padre, che cerca attimi che lo allontanino dal dolore di poter perdere la figlia, e di cercare in un altra donna ciò che non riesce a trovare più nella moglie, penso che la protagonista di questo capitolo lo sappia ma sa anche che rimane la sola valvola di sfogo della coppia

Luigi, concordo in pieno
credo che la scrittrice abbia conoscenza molto dolorosa di argomenti come questo, per tante ragioni: li rende evidenti e, a volte, tanto veri da risultare offensivi per il pudore o il perbenismo che ci vorrebbe chiudere gli occhi

Luigi, il tuo commento mi ha molto colpita. Come la verità pura.

I commenti per questa nota sono chiusi.