La mia foto

cosa ho scritto...

  • "Diario di Melassa": Edizioni Historica, 2009
  • "Le parole del buio": Edizioni Creativa, 2008
  • AAVV: RAC-CORTI - Il chiama angeli
    Il mio racconto "Il chiama angeli" nell'antologia RAC-CORTI di Giulio Perrone Editore 2008
  • AAVV: EROS & AMORE - La penombra di un ufficio e un ascensore che sibila
    Il mio racconto "La penombra di un ufficio e un ascensore che sibila" nella sezione EROS di "Eros & Amore" di ArpaNet, 2008
  • "I racconti delle bacche rosse": Lampi di Stampa Editore, I Platani Narrativa, 2008
    Il secondo libro di fiabe
  • AAVV: CONCEPTS PROFUMO - La piccola casa di legno, e quel profumo. Fragranza e mistero di notti romane
    Il mio racconto "La piccola casa di legno, e quel profumo. Fragranza e mistero di notti romane" nella raccolta "CONCEPTS Profumo", Edizioni Arpanet 2007.
  • "Una storia ai delfini": Edizioni Creativa, 2007
    il mio primo romanzo
  • AAVV: CONCEPTS MODA - La donna vestita di fiori
    Il mio racconto "La donna vestita di fiori" nella raccolta "CONCEPTS MODA", Edizioni ARPANet 2007
  • "Esser grandi è una fiaba": Lampi di Stampa Editore, 2006
    il mio primo libro di fiabe

è bello sentirvi!

aprile 2010

lun mar mer gio ven sab dom
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30    

« EMERGENZA TERREMOTO | Principale | parole buttate lì a caso »

Commenti

STORIE DI VITA
come queste,o romanzi come questo,se ci riportano a galla la frustazione di ferite profonde mai chiuse veramente,dovrebbero riportarci a galla anche la forza interiore che abbiamo,magari sepolta in chissà quale angolo pieno di povere volutamente lasciata lì il rispetto di sèatto Consapevolezza che può diventare un unico grande valore per scoprire la VITA da altra angolazione e prospettiva RI-fondando il mondo a partire da sè!
Che dire MariaGiovanna se non che,anche da una tremenda squallida esperienza se nè può trarre lezione? Lezione di vita.Lezione per rivisitarci.Lezione per trovare coraggio.Lezione per Amaci e Amare.Lezione pe capire.Lezione per dire NO. Lezione per guardare sempre in faccia il daimon o tutti i daimon.Lezione per imparare a scrivere.Lezione per come far recitare bene.LEZIONE PER INVENTARE UNA NUOVA VITA DI COLORI CON AL FONDO UN'IMPECCETTIBILEE VISIBILE LINEA DI CONFINO CHE UN GIORNO QUALCUNO E NOI C'E' L'HANNO FATTA SUPERARE.Ti abbraccio col cuore mentre ti dico Grazie.Bianca 2007

Dalla putrefazione può nascere vita? Potremmo avere mille no e mille sì in risposta a una domanda tutto sommato retorica. Squallore, banalità, tristezza e crudelissima consapevolezza che a volte così va la vita: non c'è benevolenza se non la si cerca con occhi puliti, o forse con l'illusione, chissà. L'amore è sesso oppure voglia di inventarsi la felicità, intanto esistono malattie e tradimenti e incapacità di rispettare legami e relazioni. Che poi chi ha detto che vadano rispettati a priori?
Non so cosa si percepisca di questo romanzo che esce a puntate: siete voi a dirmelo, non io. Io ho percepito la scrittura che è nata come sempre, dal mistero, quindi è incommentabile. Proseguirà e i toni non si alleggeriranno, nel destino e nel sesso che altro non è che motore o effetto collaterale o divagazione. Ma esiste.
E vedremo.
Abbraccio, Bianca

"AVEVO BISOGNO
di un vento forte che riuscisse a sospingere sull'orlo dell'abisso,in prossimità del limte rappresentato dalla fiamma".Così era Miles di cui ho voluto dare omaggio questa mattina sul mio blog..Sempre più vicino,sempre consapevole d'essersi spinto vicino a quell'impossibiltà.All'assurdo che nessun "logos" sarebbe in grado di ricondurre alle sue ipotetiche,nonchè comprensibili e sempre de-terminate ragioni.Lui,Miles non seppe mai rinunciare a quella vertigine e ogni sua nota suonata fu cercata testardamente e volutamente sottratta alla propria indifferenza originaria.E per noi,continua ad essere insondabile la perfezione di quella magia diventata mistero d'anima inquieta che pulsa di vita svincolata da ogni impedimento che non fosse annunciato senza nessun infingimento.Nuovo che riconosce un'inconsumabile vitalità di in-finite promesse.E fu esaltante,fu elettrico.Fu irripetibile e unico per la magia che creava e diventava aria...Bianca 2007


Schiaffi in pieno viso, forse più e oltre la tua intenzione. Cosi sei: per questo insisto a dire che pochissimi possono dire di conoscerti davvero. Schiaffi e dolore offensivo perche' impudicamente vero e perfettamente reso dalla tua scrittura

ego, la scrittura rende vivido ciò che di per se stesso è impudico; c'è impudicizia nella vita e negli accadimenti che spesso non hanno pietà

Sei tu impudica, lo dicono i tuoi romanzi e lo dice questo blog. Impudica e con una scrittura che strappa la carne, un mix perfetto

Forse è vero che sono proprio le esperienze apparentemente più squallide a renderci paradossalmente più consapevoli del nostro valore... Per questo sarebbe comunque un peccato shermare la parte più istintiva della nostra personalità...

uno scrittore sa che l'istinto non è altro che una manifestazione di sè che può diventare arte

senza, è solo tecnica senza magia

I commenti per questa nota sono chiusi.