La mia foto

cosa ho scritto...

  • "Diario di Melassa": Edizioni Historica, 2009
  • "Le parole del buio": Edizioni Creativa, 2008
  • AAVV: RAC-CORTI - Il chiama angeli
    Il mio racconto "Il chiama angeli" nell'antologia RAC-CORTI di Giulio Perrone Editore 2008
  • AAVV: EROS & AMORE - La penombra di un ufficio e un ascensore che sibila
    Il mio racconto "La penombra di un ufficio e un ascensore che sibila" nella sezione EROS di "Eros & Amore" di ArpaNet, 2008
  • "I racconti delle bacche rosse": Lampi di Stampa Editore, I Platani Narrativa, 2008
    Il secondo libro di fiabe
  • AAVV: CONCEPTS PROFUMO - La piccola casa di legno, e quel profumo. Fragranza e mistero di notti romane
    Il mio racconto "La piccola casa di legno, e quel profumo. Fragranza e mistero di notti romane" nella raccolta "CONCEPTS Profumo", Edizioni Arpanet 2007.
  • "Una storia ai delfini": Edizioni Creativa, 2007
    il mio primo romanzo
  • AAVV: CONCEPTS MODA - La donna vestita di fiori
    Il mio racconto "La donna vestita di fiori" nella raccolta "CONCEPTS MODA", Edizioni ARPANet 2007
  • "Esser grandi è una fiaba": Lampi di Stampa Editore, 2006
    il mio primo libro di fiabe

è bello sentirvi!

aprile 2010

lun mar mer gio ven sab dom
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30    

« "Diario di melassa", booktrailer | Principale | scappa »

Commenti

Mi piacciono le fotografie in bianco e nero, le riguardo spesso togliendole da una scatola di metallo gialla. La fotografia in bianco e nero che volevi e' esattamente riprodotta, dipinta dal tuo bellissimo pezzo. Brava

MA E' INCREDIBILE!!!
Avevo in mente di scrivere le STESSE IDENTICHE parole di Just me e me le trovo riprodotte ESATTAMENTE E NELLO STESSO ORDINE come le ha scritte lui.Quindi,stranita,passo chiudo e ti lascio un BRAVA! Bianca 2007

Le fotografie in bianco e nero sono immortali, ritraggono l'anima meglio di quelle a colori. Vuoi mettere uno sguardo ripreso in bianco e nero rispetto ad uno a colori?

Molto bello.
Il tuo blog a volte manca della tua personale visione della vita, della politica, della società: mi piacerebbe che ti esprimessi di più, intercalando racconti a pezzi di te. Devi essere una donna interessante. Ultimamente hai pubblicato cose sulla pedofilia, spero che vorrai condividere di più anche sul disturbo alimentare visto, ho sentito su RTL 102.5, che ne hai parlato in "Diario di melassa". A proposito, uscirà su IBS? Vorrei comprarlo e mi viene più facile usare IBS.

Non credo sia così, credo che MariaGiovanna qua e là dica molto. Io personalmente preferisco che non si "esponga", preferisco scoprire da me - leggendola quotidianamente - quelle che sono le sue opinioni.

Giovanna è molto coraggiosa e simpatica, si espone moltissimo ed è consapevole fino in fondo di come possano essere lette le parole (ma non solo: anche gli atteggiamenti). Ho il privilegio di vederla quasi ogni giorno e posso dire che ho capito che protegge un'interiorità profondissima e sensibile, forse ipersensibile, con forza e ironia, ma è capace di dolcezza straordinaria con le sue pazienti (non solo con loro, credo, bisognerebbe conoscerla dal lato affettivo e io non la conosco). Mi impressiona per l'intelligenza.
Detesto le adulazioni, diciamo che ho voluto commentare perché lo scambio tra Alessandra e rosa dei venti mi ha stimolato. Anche io penso che Giovanna si esponga moltissimo, quasi con intrepido amore per il rischio. Non parla di politica nel blog, è vero, e penso che sia difficile collocarla politicamente perché ha un senso della giustizia e della solidarietà che va oltre gli schieramenti.

Luca, ma chi sei? A questo punto sono curiosissima. Dammi un segno!
Grazie, Alessandra. A me sembra di apparire nuda (sempre, rigorosamente, con la pedicure impeccabile: senza lo smalto non sono davvero nuda); se capita di rileggermi, e non succede spesso, mi vedo spuntare qua e là chiarissima, spudoratamente me stessa.
rosa dei venti, parlare di politica qui non rientra nella scelta che ho fatto aprendo il blog; ho idee politiche chiare, anche se difficilmente sono classificabili in un unico schieramento. Più facilmente condivido le idee di fondo di un persona, di un movimento di idee. E c'è l'istinto anarchico, c'è la libertà: appena riesco a definirmi in qualche modo sfuggo e devio, capisco che ci sono dettagli che mi differenziano. Inoltre, troppi scrittori fanno del loro blog una sede di discussione politica a volte banalmente scontata. Ripeto spesso che amo blog come quello di Luciano Comida, e di altri che sanno parlare di politica mantenendo intelligenza e distanza dalle prese di posizione "a priori", ma detesto invece chi tira fuori roba scontata, che ormai ha ampiamente annoiato, per il desiderio di trascinare la folla verso i propri libri
Bianca, che bella cosa hai scritto!

Un segno? Perché dovrei? Molto divertente così.
Bella la foto, molto.

Condividi le idee di una persona o un movimento, in politica. Spiegaci, fai qualche esempio. ;-DDD

adoro la macchina di Paolino Paperino
mi è simpatica Clarabella
leggo Proust
OK, così?

I commenti per questa nota sono chiusi.