La mia foto

cosa ho scritto...

  • "Diario di Melassa": Edizioni Historica, 2009
  • "Le parole del buio": Edizioni Creativa, 2008
  • AAVV: RAC-CORTI - Il chiama angeli
    Il mio racconto "Il chiama angeli" nell'antologia RAC-CORTI di Giulio Perrone Editore 2008
  • AAVV: EROS & AMORE - La penombra di un ufficio e un ascensore che sibila
    Il mio racconto "La penombra di un ufficio e un ascensore che sibila" nella sezione EROS di "Eros & Amore" di ArpaNet, 2008
  • "I racconti delle bacche rosse": Lampi di Stampa Editore, I Platani Narrativa, 2008
    Il secondo libro di fiabe
  • AAVV: CONCEPTS PROFUMO - La piccola casa di legno, e quel profumo. Fragranza e mistero di notti romane
    Il mio racconto "La piccola casa di legno, e quel profumo. Fragranza e mistero di notti romane" nella raccolta "CONCEPTS Profumo", Edizioni Arpanet 2007.
  • "Una storia ai delfini": Edizioni Creativa, 2007
    il mio primo romanzo
  • AAVV: CONCEPTS MODA - La donna vestita di fiori
    Il mio racconto "La donna vestita di fiori" nella raccolta "CONCEPTS MODA", Edizioni ARPANet 2007
  • "Esser grandi è una fiaba": Lampi di Stampa Editore, 2006
    il mio primo libro di fiabe

è bello sentirvi!

aprile 2010

lun mar mer gio ven sab dom
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30    

« Il canto immedicabile di una giovane orfana | Principale | racconto di noi (ultimate version?) »

Commenti

Ho tentato di condividere anche il piacere estetico, la vista di Ponza e Zannone, ma i video su YouTube in media sono davvero tristi. O forse è il mio amore che non accetta banalizzazioni.

Che evoluzione di Giovanna nella scrittura e nel cuore!
Stacco finale molto gradevole, stile efficace e ricco. Bello, anche questo.
Si attende il romanzo ambientato a Ponza (lo aspetto con ansia).

Per me che soffro l'inverno questo sole è una gioia di luce in questa giornata liquida e buia. E il ricordo di qualche amore sottinteso, ancora più bruciante di altri vissuti. Ma che brava sei?

a volte gli occhi si aprono e vedono l'amore sottinteso, trattenuto, ancora da vivere o forse destinato a non viversi mai
vedono anche persone fino a quel momento giudicate in modo parziale, frettoloso o incompleto
persone belle, ci si accorge

sei un caleidoscopio! ma sai dare grandi sensazioni che vanno sottopelle.
brava è poco.

Giulio

KS, Giulio

Sensazioni che restano vivide nella memoria anche dopo anni, e una grande bellezza. Ha ragione, Giulio, il caleidoscopio di Giovanna. E' indimenticabile e luminoso, fortunato chi lo percepisce.

Pero', complimenti! C'e' attrazione ma anche dolcezza, e in te non e' frequente. Emozionante, brava. E bravo Giulio.

Conosco da lettrice la tua scrittura e ho letto anche i romanzi. Questo racconto per me e' un incanto! L'uomo che descrivi e' atipico per la tua scrittura; lo dipingi a tratti ma e' simpatico e solare. Bello, si sente una positivita' che nella tua scrittura raramente ho visto. Bellissimo meraviglioso panorama di Zannone nelle tue parole

ma Giulio ha colpito, allora
eppure se rileggo lo vedo apparire e dissolversi, apparire e dissolversi (forse è la sua natura)
grazie per i commenti e, a questo punto, grazie a Giulio! KS

E PRIMA FU IL VERBO POI...
Insisto sull'evoluzione della scrittura che,se porta a uno stile diverso,dà però vita a nuove emozioni.Sotto alcuni aspetti mi ritrovo nella donna dell'isola.Anch'io detesto il telefono,uso spesso gli sms come autentico modo di comunicare stato ed essenziale e amo la solitudine che riempie d'ogni invisibile visibile cosa, voce,energie,siniegie.Hai poi postato due musiche che hanno dato persino sostanza al mio essere ciò che sono.Risata che si tramuta in pianto o pianto che diventa risata.Ascoltando la "paranza" son scoppiata a ridere ma fermandomi su H.v.Karajan ho pianto.Mi trovavo a Vienna in "quell"'anno e Lui,il Maestro stava già male e io piangevo piangevo NON riuscendo a staccare gli occhi da lui mentre attorno c'era solo aria di festa.-Bello il tuo racconto.Grazie.Bianca 2007

Cara Bianca,
il contrasto tra i due pezzi musicali è stato l'impressione di un momento. Risata e commozione, anche per me. La risata stempera la commozione che può travalicare, oppure la commozione ricorda che la risata esiste, ma non è la sola reazione.
Grazie per il tuo commento. Credo che lo stile fluttui come il cuore, come l'istinto. Mi ha colpito molto il fatto che alcuni commenti siano andati su Giulio, il protagonista in fondo più mascherato e al margine. In realtà lo percepivo centrale, una specie di luce con un colore particolare che dava movimenti al resto. Atipico, sono d'accordo con Kiara, ma prima o poi nella vita delle donne dei miei racconti doveva arrivare un uomo con un'aura diversa, una salvezza giocosa e profonda insieme. E la cosa è stata percepita. Ma sai, il racconto è di chi lo legge e non più di chi lo ha scritto.
Immaginavo che tu e io condividessimo molti elementi di anima. Quello del cellulare senza dubbio alcuno.
Ti abbraccio
MariaGiovanna

http://www.youtube.com/watch?v=PLst6FXL0HU

Versatile, fantasiosa e capace di maneggiare la scrittura lasciandosi andare finalmente alla rottura di schemi. Prima questo non c'era, nella tua scrittura. Ti lasci andare.
Visione molto bella, racconto riuscito.

Quanto è difficile per un medico (un chirurgo!) lasciarsi andare come intendi tu nella scrittura! E' qualcosa che esiste dentro, ma che per abitudine e necessità si controlla o ipercontrolla.
Ringrazio alcuni maestri che mi hanno spinta, a volte brutalmente, a lasciare andare i freni. E ancora premono per questo.

Ci stai riuscendo, lasci andare i freni e tiri fuori te stessa e lo stile.
Racconto molto bello "della maturità" non anagrafica, per carità, ma stilistica senz'altro.
Questo Giulio un po' mi infastidisce, ciò implica che tu abbia colto nel segno straziando il lettore di curiosità e gelosia.

molto bello questo post...
ho chiuso gli occhi e ho rivisto il magnifico panorama di Zannone....
mi hai fatto ricordare la mia visita al faro... e successivamente alla villa....ahimè...è passato troppo tempo....
dalle tue parole si sente che ami quelle isole con tutto il cuore....
anch'io!!!
ciao francesca

ribadisco la mia preferenza per questo racconto

I commenti per questa nota sono chiusi.