La mia foto

cosa ho scritto...

  • "Diario di Melassa": Edizioni Historica, 2009
  • "Le parole del buio": Edizioni Creativa, 2008
  • AAVV: RAC-CORTI - Il chiama angeli
    Il mio racconto "Il chiama angeli" nell'antologia RAC-CORTI di Giulio Perrone Editore 2008
  • AAVV: EROS & AMORE - La penombra di un ufficio e un ascensore che sibila
    Il mio racconto "La penombra di un ufficio e un ascensore che sibila" nella sezione EROS di "Eros & Amore" di ArpaNet, 2008
  • "I racconti delle bacche rosse": Lampi di Stampa Editore, I Platani Narrativa, 2008
    Il secondo libro di fiabe
  • AAVV: CONCEPTS PROFUMO - La piccola casa di legno, e quel profumo. Fragranza e mistero di notti romane
    Il mio racconto "La piccola casa di legno, e quel profumo. Fragranza e mistero di notti romane" nella raccolta "CONCEPTS Profumo", Edizioni Arpanet 2007.
  • "Una storia ai delfini": Edizioni Creativa, 2007
    il mio primo romanzo
  • AAVV: CONCEPTS MODA - La donna vestita di fiori
    Il mio racconto "La donna vestita di fiori" nella raccolta "CONCEPTS MODA", Edizioni ARPANet 2007
  • "Esser grandi è una fiaba": Lampi di Stampa Editore, 2006
    il mio primo libro di fiabe

è bello sentirvi!

aprile 2010

lun mar mer gio ven sab dom
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30    

« a Zannone (e a Ponza), tra i serpenti nascosti nell'erba | Principale | ragnatele (dal "cassetto di MariaGiovanna" di Caffé Storico Letterario, 2007) »

Commenti

mi è piaciuto tanto qst racconto, l'ho trovato vero, crudo, intenso. l'ho letto col fiato sospeso. bello.

Ma quanto sono stronzi questi uomini di cui racconti...ma come mai?

in realtà la mia visione di uomini e donne non è così nera... da quando ho mparato a vedere tutto e non solo alcuni dettagli il quadro è molto più complesso ma anche migliore

Approfitto di questo bellissimo racconto per farle sapere che anch'io, pur non commentando spesso, la leggo e la continuo a seguire.
Saluti MG

Senza dettagli sul luogo e sui personaggi, riescono comunque a prendere forma nella mia mente! E' sempre un piacere leggerti!

31 ottobre 2007. Chissà perché ma questo racconto mi segue da tanto tempo. Cambia, come cambia lo stato d'animo con cui lo rileggo. Togliendo parole qua e là. Perché scrivere è togliere. Questa sera mi fa sorridere dolcemente e con ironia. Come un passato finito che finalmente si accarezza con la pace nel cuore.

"L'AMORE
è la vita,è la cosa principale.Da esso si dispiegano i versi e le "azioni",e tutto il resto.L'amore è il cuore di tutte le cose.Se cessa di funzionare tutto si atrofizza,diventa superfluo,inutile.Ma se il cuore funziona non può non manifestarsi in ogni cosa,in tutte le cose". Chi se non una donna può scrivere questo?
Semplice come un ritorno di stagioni anche se un pò modificate, ciò che questo racconto ci dice nella sua cinica realtà! La DONNA per l'uomo che ama,antepone Lui a tutto,fino al sacrificio estremo di donargli la vita, (qualche volta).
L'uomo,la vita,prima la offre alla "patria" (che poi se ne frega e non sa che farsene) e, le ceneri e la medaglia alla "sua" DONNA che resta a piangere per dar vita ai simulacri!
Sintesi di tutti i tempi,con qualche eccezione,ovviamente! Bianca 2007

L'amore, sì. E' amore. Comunque.

Moltissimo amore.

EGO.
scusa se intervengo io.Ma quel "moltissimo" poco mi convince.Se AMORE E',E'! Che TUTTO, abbraccia l'amore, mentre il "moltissimo" presuppone che qualcosa si lasci fuori.O no?! Comunque,c'è sempre tempo per RIconoscere che dentro,deve restarci anche quel poco lasciato fuori e...abbracci cari a Mariagiovanna.Bianca 2007

L'uomo ci mette tempo a capire e ad accettare. Ma hai ragione. E' cosi.

Ma no, venti anni per capire cosa vuoi che siano... Scherzo ego, apprezzo i tuoi commenti. Apprezzo il fatto che tu abbia commentato questo racconto.
L'amore. Punto.

..bello! mi è piaciuto tanto! è la prima volta che passo di qui.. e ci ritornerò di certo! un abbraccio omonima! emmegi

Grazie omonima emmegi!

ego, cioé gf, rileggi i tuoi commenti del passato!

Amore, moltissimo. Reitero il mio peccato e ripeto.
E' migliore oggi, Giovanna, questo racconto storico: c'e' la mano dell'esperienza e della donna. La Femmina che guarda con altri occhi.
C'e' lo Scrittore MariaGiovanna Luini, adesso, con molta consapevolezza in più.

Linguaggio e stile interessanti. Frasi fulminee, una specie di reticenza stilistica.

CONCORDO CON SCRIPTOR.
Stile ineccepibile.Bianca 2007

Una ragazza non ce la fa a scindere l'amore dal tormento e a vedere solo l'amore, una donna sì. L'accettazione del difficile, quando vale la pena, è conquista di una maturità raggiunta dopo personalissimi travagli che non sempre sono comunicabili. Oppure comunicarli è del tutto superfluo.
Bellissimo.

Amore!..che sentimento complesso..
ognuno lo plasma a proprio comodo..io ci vedo attrazione sessuale,affinità elettive,ammirazione dei ruoli.maledetta abitudine che ci si appiccica sulla pelle e nn riesci a togliere di dosso...un copione che si ripete una sniffata di cocaina x continuare a far finta che tutto vada bene.....
L'Amore quello che abbiamo imparato da adolescenti..
non accetta compromessi..ha il coraggio dell'incoscienza,nn guarda
la convenienza e l'apparenza..và oltre l'orizzonte dove si perde lo sguardo.....il tuo racconto è coinvolgente e fa' riflettere, nn è Amore ma dipendenza..ma qst. noi donne lo sappiamo benissimo. benissimo.

I commenti per questa nota sono chiusi.